IN-GEST SOIL

FEASR
– Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

MISURA:
16 – COOPERAZIONE

SOTTOMISURA: 16.1 – SOSTEGNO PER LA COSTITUZIONE E LA GESTIONE DEI GRUPPI OPERATIVI DEL PEI IN MATERIA DI PRODUTTIVITÀ E SOSTENIBILITÀ DELL’AGRICOLTURA

OPERAZIONE: 16.1.1 – COSTITUZIONE, GESTIONE E OPERATIVITÀ DEI GRUPPI OPERATIVI DEI PEI

Titolo del progetto: «IN-GEST SOIL Innovazione nella gestione dei suoli viticoli attraverso l’adozione di buone pratiche e strumenti di supporto alle attività di campo»

Descrizione del progetto: L’obiettivo del progetto IN-GEST SOIL è quello di promuovere negli ambienti vitivinicoli collinari innovazioni che permettono di contenere i tipici fenomeni di degrado del suolo quali erosione e compattamento e di mantenere, se non migliorare, la qualità e quantità della produzione, attraverso:

  1. ottimizzazione ed introduzione di buone pratiche di gestione del suolo;
  2. introduzione pratiche di monitoraggio agrometeorologico;
  3. introduzione di specifici sistemi di supporto alle decisioni per la programmazione delle attività in vigneto.

Costo
complessivo:
481.507,35 Euro

Contributo pubblico: 273.881,38 Euro

Di cui quota FEASR: 207.625,97 Euro

Referente per il progetto: e.paravidino@agrion.it

Descrizione delle attività del progetto

Le attività del progetto IN-GEST SOIL per l’adeguamento ed introduzione delle innovazioni volte a limitare il
degrado del suolo, in particolare l’erosione, prevedono: 

1) definizione delle pratiche conservative del suolo da adottare attraverso un processo cooperativo all’interno del GO e con coinvolgimento di altre aziende; 

2) introduzione delle pratiche innovative in parcelle di prova ed introduzione di monitoraggio per
verificarne l’efficacia e per supportare i vitcoltori nelle decisioni relative alla gestione del suolo; 

3) azioni formative/ divulgative con realizzazione di una “carta delle buone pratiche” e a
livello locale/nazionale/europeo 

In order to improve the soil and vine quality in Piedmon, and reduce soil erosion risk, the project IN-GEST SOIL will adapt and introduce some innovations, by means of following actions: 

1) definition and  improvement of best soil management practices, throughout partecipative process involving also farmers that are not included in the OG; 

2) introduction of good practices in some vine farms and use of innovative monitoring tools to demonstrate their effectiveness and support vine farmers in soil/vineyard management; 

3) The project will carry out also dissemination and training activities at local scale throughout the sharing of a “good practices chart” and at national/european level.

Obiettivo del progetto

L’obiettivo del progetto IN-GEST SOIL è quello di promuovere negli ambienti vitivinicoli collinari innovazioni che permettono di contenere i tipici fenomeni di degrado del suolo quali erosione e compattamento e di mantenere, se non migliorare, la qualità e quantità della produzione, attraverso:

1) Introduzione di pratiche di gestione del suolo
del vigneto efficaci nel limitare il degrado del suolo, in particolare rispetto ai fenomeni di erosione idrica, valutandone gli effetti dal punto di vista produttivo (qualitativo e quantitativo), ed il miglioramento dei vari servizi ecosistemici del vigneto.
L’individuazione e l’applicazione delle pratiche di gestione del suolo è basata sull’esperienza pregressa, partendo dai risultati di ricerche condotte in Piemonte e tiene conto della realtà aziendale e produttiva del territorio, grazie alla partecipazione di ricercatori, tecnici, viticoltori, associazioni del settore.;

2) Adozione di metodi e sistemi di monitoraggio (i) dello stato del suolo, (ii) di dati agro-meteorologici ed
idrologici e (iii) dello sviluppo e produttività della vite, al fine di ottimizzare e monitorare l’efficacia dell’adozione di diverse pratiche di gestione del suolo introdotte in vigneto;

3) Introduzione dell’uso  di un DSS per il supporto alla gestione ottimale del vigneto e delle sue risorse. Il
DSS, utilizzabile anche tramite dispositivi mobili, integra i dati di monitoraggio agro-meteorologico in campo, la registrazione di operazioni ed osservazioni in campo per fornire indicazioni e supporto alle decisioni aziendali ed è utilizzabile da viticoltori e tecnici per:
– consultare i dati meteorologici registrati dai sensori meteo
– inserire osservazioni di campo 
-inserire trattamenti e concimazioni che possono essere influenzate e influire sui fenomeni di degrado del suolo collegati con l’erosione 

– visualizzare i risultati di modelli previsionali relativamente a fitopatologie e condizioni del suolo
– fornire indicazioni per trattamenti ed operazioni in campo.

The main aim of INGEST-SOIL is the reduction of soil erosion in hillslope vineyards in Piedmont, improving soil and vine quality by means the introduction of three main innovations:

1) Improvement and introduction of best soil management practices in hillslope vineyards, in order to prevent soil degradation, especially soil erosion by water, evaluating the effects on ecosystem services
and vine production. The best soil management practices will be identified, adapted for each vine farms partecipating to the OG, based on knowledge and expertise of researchers, winegrowers, technician and producer’s associations, in order to adapt them to each farm and production area.

2) Introduction of monitoring of (i) soil quality/degradation (ii) agro-meterological and hydrological variables and (iii) vine’s development and production, in order to assess the effects of the
introduced soil/cover management practices, on soil quality and protection and on vine quality and yields and to support vine growers in their adoption.

3) I Introduction of a Decision Support System (DSS) order to support vine growers in the management of field activities, taking in account also best conditions for soil protection.
The DSS, available also in mobile version, will allow the managing of monitoring data and farmer observation to support farmers in optimizing vineyard management and water-soil conservation. It will include as main functions:
view of agro-meteorological data from field sensors;
registration of field observation and operations;
provide output from models related to pest diseases and soil conditions provide alerts for critical conditions for vine treatments and soil operations.

PARTNER DEL PROGETTO

Il partner capofila (=coordinatore del progetto inserito nella sezione 1.2) è visualizzato in grassetto

Nome Portale
Agrion

3a

CNR-STEMS

Cadir Lab

Consorzio Tutela Gavi

Vignaioli Piemontesi

Azienda agricola "Cascina Gentile" di Oddone Daniele
Nebraie
Binè

MATERIALE AUDIOVISIVO

Titolo/descrizione (in inglese)

URL

Osservazioni aggiuntive