INNO.PI.FRUT

FEASR
Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

MISURA: 16 – COOPERAZIONE

SOTTOMISURA: 16.2 – SOSTEGNO A PROGETTI PILOTA E ALLO SVILUPPO DI NUOVI PRODOTTI, PRATICHE, PROCESSI E TECNOLOGIE

OPERAZIONE: 16.2.1 – ATTUAZIONE DI PROGETTI PILOTA

AZIONE: 2 – PIATTAFORMA TECNOLOGICA BIOECONOMIA

TITOLO DEL PROGETTO: “INNO.PI.FRUT – Innovazione nella produzione dei piccoli frutti piemontesi: valorizzazione della qualità di prodotto e degli scarti/sottoprodotti”

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’intento del progetto INNO.PI.FRUT è quello di promuovere lo sviluppo delle produzioni locali di mirtilli e lamponi, sperimentando l’arricchimento di tali frutti in selenio per migliorarne la qualità e la quantità. Si cerca inoltre di allungare la shelf-life dei prodotti, oltre che valorizzarne eventuali scarti. Tali obiettivi sono perseguiti attraverso:

  1. il differenziamento varietale di mirtilli e lamponi tramite parametri chimico-nutrizionali e genetici;
  2. prove di arricchimento in selenio di mirtilli e lamponi;
  3. la valorizzazione del prodotto fresco e trasformato in ottica sostenibile.

COSTO COMPLESSIVO: 199.342,59 Euro

CONTRIBUTO PUBBLICO: 90.708,83 Euro

DI CUI QUOTA FEASR: 68.765,21 Euro

AUTOFINANZIAMENTO: 39.868,55 Euro

REFERENTE PER IL PROGETTO: Lorenzo Berra   l.berra@agrion.it

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO

Le attività del progetto INNO.PI.FRUT per promuovere lo sviluppo qualitativo e quantitativo delle produzioni di piccoli frutti (mirtilli e lamponi), in Piemonte, prevedono:

  1. definizione delle pratiche di progettazione, gestione e controllo del progetto attraverso un processo cooperativo all’interno del GO, organizzando incontri periodici volti a garantire la comunicazione continua e lo scambio di informazioni tra le parti coinvolte;
  2. coltivazione, raccolta e caratterizzazione genetica e chimico-nutrizionale dei campioni di mirtilli e di lamponi di varietà differenti, coltivati in areali diversi, al fine di individuarne le differenze varietali e identificarne le peculiarità;
  3. prove di arricchimento in selenio dei mirtilli e dei lamponi per valutare l’allungamento della conservazione delle parti edibili vegetali, preservando il prodotto per un periodo più lungo;
  4. ideazione di un packaging sostenibile e valorizzazione degli scarti ottenuti dalla trasformazione dei piccoli frutti in succhi;
  5. attività divulgative per illustrare i risultati ottenuti, pubblicando, in formato cartaceo e sul sito web dedicato al progetto, le linee tecniche di produzione.  

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto INNO.PI.FRUT mettendo insieme le informazioni chimico-nutrizionali e genetiche dei mirtilli e dei lamponi porterà ad un nuovo knowledge, utile a fortificare il sistema di produzione piemontese, aprendo ulteriori possibilità di sviluppo per il futuro.

Gli obiettivi del progetto possono essere identificati in:

  1. approfondimento delle conoscenze chimico-nutrizionali dei lamponi e dei mirtilli, in relazione alle pratiche agronomiche, oltre che alla selezione varietale;
  2. sviluppo di un sistema di tracciabilità molecolare di prodotto;
  3. nuove informazioni relative alla possibilità di arricchimento di composti bioattivi ad alto valore nutrizionale nei piccoli frutti (mirtilli e lamponi), in relazione all’ottimizzazione di pratiche agronomiche di coltivazione;
  4. creazione di un nuovo prodotto ad alto contenuto di selenio, potenzialmente proteggibile con marchio apposito legato al territorio piemontese;
  5. sviluppo di nuovi sistemi di packaging sostenibili che possano preservare la qualità del prodotto estendendone, se possibile, la shelf-life.

ATTIVITÀ E RISULTATI

Le attività del progetto hanno avuto inizio nel luglio 2021, anno durante il quale si sono raccolti i primi campioni di differenti varietà di mirtilli e di lamponi al fine di verificarne le differenze varietali ed identificarne le peculiarità tramite parametri chimico-nutrizionali e genetici.

Nel 2022, secondo anno di progetto, si sono nuovamente raccolti campioni di mirtilli e di lamponi, per proseguire lo studio relativo alla caratterizzazione varietale, e si sono eseguite prove di arricchimento in selenio dei mirtilli.

PARTNERS DEL PROGETTO

AGRION, Fondazione per la ricerca l’innovazione e lo sviluppo tecnologico dell’agricoltura piemontese

UNIUPO – Università del Piemonte Orientale

MIAC S.C.P.A. – Polo AGRIFOOD

AGRIFRUTTA SOC. COOP. AGR.

AZIENDA GOLDEN BLU SS AGRICOLA

LA SAMBONA SS AGRICOLA

RIVA ROMUALDO

AZIENDA AIRALE SS AGRICOLA

GARRO ANDREA

BERTOLA MAURO

IMIRTILLI SS AGRICOLA

SOC. AGR. SAN PIETRO S.S.

DEMARCHI RENATO

SOC. AGR. TETTO NUOVO S.S.